Arredamento e Colori Freddi: il Blu e il Verde

 
Arredamento e Colori Freddi: il Blu e il Verde

Molto legati agli arredi nordici i colori freddi hanno la capacità di distendere il volume e di rilassare la persona che li guarda.

Sono i colori tipici della natura: delle acque e del mondo vegetale, che riportano a sensazioni di freschezza e di ampi spazi aperti.

In realtà questi colori, in primo luogo il blu con tutte le sue declinazioni, sono molto utilizzati anche nel bacino del Mediterraneo, dove richiamano le sfumature del mare, prima ancora che del cielo.

Pareti o Mobili Blu

Nella lingua inglese “blue” significa anche “triste” e collega il colore ad uno stato di malinconia, di umor nero che invece in altre culture non è associato a questa particolare tinta.

Schiarito nei toni dell’azzurro molto chiaro, sino al ghiaccio, riesce ad allontanare visivamente il confine della parete oltre le sue reali posizioni.

Molto spesso il blu viene utilizzato associato al bianco e a tutte le sfumature di azzurro che la loro unione genera.

Nelle case di mare questo colore predomina, caratterizzando l’ambiente con una tipica atmosfera.

Il blu viene usato spesso anche per colorare porte, scuri e infissi esterni, soprattutto quando la casa è intonacata di bianco, secondo lo stile tipico greco, e in generale mediterraneo.

Il Turchese

Tra le tinte di blu molto utilizzate per elementi di arredo interni, anche per evitare di rendere troppo scuro un ambiente inondandolo di colore, vi è il turchese, un minerale prezioso adoperato anche nella gioielleria, il quale presenta screziature di colore che vanno dal color verde ad una vasta gamma di azzurri.

Il turchese andrebbe sempre smorzato e contenuto, riservandolo a mobili di non grande formato, a tappeti piccoli, a decori sulle pareti o a singole pareti, senza estenderlo a tutta la casa.

Se ne potrebbe infatti ricavare un appesantimento cromatico eccessivo, vista anche la particolarità della tinta con cui non sempre si riesce ad ottenere l’effetto desiderato.

Pareti o Mobili Verdi

Il colore verde evoca immediatamente la natura con i prati, i boschi e le grandi foreste.

Molto importante è la tonalità di verde adoperata perché vi è totale differenza tra un verde scuro, stile inglese dal sapore vagamente barocco, e un verde chiaro o chiarissimo, sino al verde acido, icona della contemporaneità.

Il verde scuro si addice molto bene, per esempio, a dipingere un mobile anche di grandi dimensioni perché tende a rimpicciolire l’oggetto.

E’ bene evitare però di scegliere questo colore per le pareti una stanza; meglio riservarlo a complementi d’arredo (vasi, tappeti, lampade, etc.).

Un consiglio finale: mai addossare piante d’appartamento a pareti o ad oggetti verdi.

Da un lato non si crea contrasto di colore, dall’altro si rende evidente la differenza tra un colore naturale (quello della pianta) ed uno artificiale.

 
 
 
 
 
disclaimer - copyright - contatti - webmaster
casaglam.com