Rivestimenti per il Bagno

Rivestimenti per il Bagno

Il bagno è l’ambiente della casa più soggetto agli schizzi d’acqua.

Pertanto la scelta del rivestimento di pavimento e pareti del bagno è fondamentale sia fatta con attenzione e senza fretta.

Innanzitutto il rivestimento più diffuso per il bagno sono le piastrelle, siano esse in pietra naturale, in gres porcellanato, o in altri materiali.

Il primo consiglio è di rivestire tutte le pareti del bagno fino almeno all’altezza delle porte.

L’effetto è piacevole e i benefici in termini di facilità di pulizia ripagano ampliamente l’investimento.

Infatti c’è chi riveste solo la parete del lavabo, ma in questo caso non sono rare le macchie sulle altre pareti che rimangono scoperte.

Rivestimenti per il Bagno in Legno

Vi sono bagni che come materiale da rivestimento privilegiano il legno, creando dei piccoli spazi relax dalla forte caratterizzazione.

In Italia sono meno diffusi, ma all’estero è molto più frequente trovare un bagno totalmente rivestito in legno.

Il legno richiama alla mente una piccola sauna personale, e sa conferire quel calore tipico che altri rivestimenti non riescono a dare.

Da tenere a mente è comunque che il legno, per quanto resistente all’umidità, necessiterà comunque di manutenzione superiore rispetto alle piastrelle.

Rivestimenti in Pietra Naturale

La pietra naturale è un rivestimento molto costoso.

Tuttavia il fascino di un bagno rivestito in marmo è unico: fa ritornare alla mente le antiche ville dei nobili romani.

Stesso discorso vale per il travertino, il nostro bagno costerà di più ma sembrerà di trovarsi all’interno delle terme dell’antica Roma.

Di gran classe tra le pietre naturali è infine l’ardesia, che conferisce ritmo alle pareti grazie all’irregolarità del taglio a spacco.

Grazie alla gamma di colori dal grigio al nero, con l’ardesia si riescono ad ottenere pareti veramente raffinate che sono un piacere, sia per la vista, che al tatto.

Riproduzione di Pietre Naturali

La pietra naturale è eccezionalmente bella e di pregio.

Tuttavia i fattori che ne limitano l’impiego sono ben conosciuti.

Prima di tutto il prezzo è un forte ostacolo, infatti i costi collegati all’estrazione ed alla lavorazione del materiale determinano un prezzo del prodotto finito senza dubbio elevato.

In secondo luogo vi sono i costi di manutenzione, che per i rivestimenti in pietra naturale sono superiori rispetto alle alternative industriali.

Per questi motivi uno dei principali rivestimenti utilizzati per il bagno sono le riproduzioni industriali delle pietre naturali.

Uno dei materiali più utilizzati per ricreare marmi ed altri materiali è il gres porcellanato.

Il gres assicura manutenzione quasi zero, ed una resistenza all’usura e meccanica molto superiori rispetto alle alternative naturali.

Il prezzo è decisamente abbordabile ed il risultato estetico è di primo livello: ecco spiegato il successo di questo tipo di rivestimento.

Altri Tipi di Finitura

Per rivestire le pareti del bagno esistono anche altri tipi di materiale.

La soluzione più economica è senza dubbio ricorrere a speciali vernici idrorepellenti che rendono le pareti resistenti all’acqua.

Se sapientemente studiata, con colori particolari, questa scelta “povera” può comunque risultare di grande effetto.

Esistono anche rivestimenti metallici od in materiali plastici.

Questo tipo di rivestimento è molto diffuso in contesti industriali e commerciali, ma alcuni designer realizzano soluzioni interessanti anche per i bagni residenziali, e grazie alla novità del materiale, risultano sicuramente d’effetto.

Colori del Bagno

La scelta dei colori del bagno è una questione di gusto molto personale. In linea di massima il bianco è uno dei colori più utilizzati.

Infatti il bianco trasmette quella sensazione di pulito che in bagno non guasta mai.

Inoltre il bianco è il colore che più fa sembrare grandi gli spazi.

Ciò torna utile soprattutto in considerazione del fatto che in bagno di solito gli spazi proprio enormi non sono.

Il secondo colore più utilizzato è l’azzurro: dall’azzurro chiarissimo – quasi bianco –, alle tonalità più verso il blu.

L’azzurro richiama l’acqua, elemento predominante nel bagno, e dà quel senso di freschezza che ben si presta a questo ambiente.

Non manca però chi osa, e va a cercare soluzioni di colore non proprio classiche.

Bagni di grandi dimensioni possono ad esempio essere di grande effetto nelle sfumature di grigio, fino al nero.

I più audaci usano infine colori caldi, soprattutto tra le tonalità del giallo e l’arancione.

Ci sentiamo però di raccomandare chi si voglia avventurare in tonalità particolari di considerare per bene l’effetto finale che esse potrebbero avere, infatti il piacevole effetto del bianco e dell’azzurro è conosciuto, per altri colori è invece tutto da verificare.

 
disclaimer - copyright - contatti - webmaster
casaglam.com